Bertolt Brecht  : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”


Non mi piace
pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..


“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in  superficie “


Pino Ciampolillo

domenica, giugno 10, 2007

ISOLA DELLE FEMMINE IL SINDACO PRESENTA MOZIONE DI BILANCIO E SCAPPA DALL'AULA CON IL SUO GRUPPO POLITICO

ENNESIMO COLPO DI SCENA AL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE, IL SINDACO PORTOBELLO DOPO AVER SUBITO L'ONTA DELLA DIFFIDA DA PARTE DEL CONSIGLIO COMUNALE VOTATO CON L'ASTENSIONE DEL GRUPPO "TUTTI PER ISOLA".................

L'ESECUTIVO PORTOBELLO DOPO AVER PRESENTATO LA PROPOSTA DI DELIBERA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2007 E BILANCIO PLURIENNALE ABBANDONA L'AULA CONSILIARE CON IL SUO GRUPPO "ISOLA PER TUTTI".

I CONSIGLIERI DEI GRUPPI DI "INSIEME" E DI "ISOLA DEMOCRATICA" CON IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO RISO CON GRANDE SENSO DI RESPONSABILITA' HANNO APPROVATO IL BILANCIO PREVISIONE 2007 ED IL BILANCIO PLURIENNALE.


Il Consigliere Rubino: “…….le spese correnti nel 2007 sono aumentate di oltre 2 milioni di euro…” “…
il sindaco ci deve dire quando pensa di smetterla di dare incarichi di consulenza ad esperti ed esperti del sindaco………”


Il consiglio Comunale ha votato ed approvato l’invio del Bilancio di previsione per il 2007 e il bilancio pluriennale alla corte dei conti e all’Assessorato Enti Locali settore vigilanza





IL SINDACO, CHE COME DICEVAMO HA ABBANDONATO L'AULA CON IL SUO GRUPPO, NON E' RIMASTO AFFATTO SODDISFATTO DEL LAVORO SVOLTO DAI CONSIGLIERI CHE CON GRANDE SENSO DEL DOVERE E DI UMILTA'(L'ESECUTIVO HA PERMESSO LORO UNO SPAZIO DI MANOVRA DEL 4/5% RISPETTO AL 95% DI SPESE CHE HA LIBERAMENTE MANOVRATO LA GIUNTA.

Il Sindaco: "....hanno fatto un aborto di bilancio..." "...pensi che questo è ancora più grave per la politica hanno intaccato gli stipendi dei dipendenti, questa è una cosa vergognosa.."

PERCHE' NON SI E' ASSUNTO LA RESPONSABILITA' DI RISCHIARE LA SUA FACCIA PER DIFENDERE QUELLI CHE LEI DEFINISCE I SACROSANTI DIRITTI DEI DIPENDENTI

SAREBBE STATA QUESTA LA DIMOSTRAZIONE DI UNA SUA VOLONTA' DI PORTARE FINO IN FONDO IL MANDATO RICEVUTO E PER CUI LEI SI E' PROPOSTO

Lei Signor Sindaco ha perfettamente ragione. Perchè Lei con il Suo gruppo ha abbandonato l'aula e non ha impedito questo furto fatto sulle spalle dei dipendenti, dei Cittadini e dell'intera Comunità?

Signor Sindaco la Sua giusta e lodevole preoccupazione sulla situazione del personale è per noi encomiabile.
Affinchè la Sua posizione non possa apparire strumentale Le consiglieremmo di prendere atto del contenzioso, sindacale-giuridico-amministrativo, promosso dal Sindacato sulla tematica CONSULENZE/DIPENDENTI/CONCORSI…….
Lei sa che vi sono nell’amministrazione dipendenti a cui è negata la possibilità di esprimere e fornire le proprie capacità professionali (per cui sono stati assunti e giustamente stipendiati).

Dipendenti completamente demotivati, dipendenti senza un incarico preciso, dipendenti senza un carico di lavoro.
Si è vero!
Ricevono uno stipendio!
Questo è ancora più grave sul piano della gestione e del BILANCIO.

Non lo pensa Signor Sindaco?

Signor Sindaco Lei sa benissimo quanto tutto ciò sia umiliante per una PERSONA.
Siamo convinti che non è stato di certo Lei l’iniziatore di siffatta gestione politica del personale. SUE sono attualmente le responsabilità.



E' NOSTRA INTENZIONE NEI PROSSIMI GIORNI ENTRARE NEL MERITO DI QUANTO DELIBERATO.

CI SIANO PERMESSI ALCUNE OSSERVAZIONI POLITICHE:


PROGRAMMARE E PIANIFICARE NEI TEMPI E NEI MODI PREVISTI DAI REGOLAMENTI E DAL BUON SENSO, I LAVORI DEL CONSIGLIO COMUNALE.

CI CHIEDIAMO: COME MAI IL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE SI METTE SEMPRE IN UNA SITUAZIONE DI INDEMPIENZA?

L'ASSESSORATO ENTI LOCALI CON PROT 1970 DEL 28.5.07 PROVVEDIMENTO NOMINA COMMISSARIO AD ACTA PER IL BILANCIO a seguire o a precedere pressing per P.R.G, Statuto Unione dei Comuni, Nomina Assessore e................

N.B. Sull'attività politica da noi svolta c'è qualcuno che chiede in giro da dove ricaviamo le informazioni.

Ci corre l'obbligo di informare che le notizie che noi forniamo e su cui chiediamo ulteriori e più approfondite informazioni, hanno un solo ed un'unico obiettivo:

RISPETTO DELLA LEGALITA' , UGUAGLIANZA DI DIRITTI E DOVERI, (CIO' CHE USA DEFINIRSI "PARI DIGNITA' O PARI OPPORTUNITA' ")

MA SOPRATTUTO AVERE IL RISPETTO DELLE REGOLE E LA COSCIENZA DI VIVERE IN UNA COMUNITA'

SEMBRA ESSERVI UNA CERTA INGENUITA' NEL MODO DI OPERARE E NEL........... FORSE VI E' LA CERTEZZA O GARANZIA DELL'IMPUNITA'?

SAPPIATE SIGNORI CHE LE NOTIZIE NON E' NECESSARIO CARPIRLE A CHICCHESIA BASTA OSSERVARE .

DISPIACE DOVER CONSTATARE CHE PROPRIO GLI ENTI CHE PER LA RESPONSABILITA' LORO ASSEGNATAGLI DALLA LEGGE, SONO QUELLI PIU' PREOCCUPATI DI QUESTA NOSTRA PREDISPOSIZIONE ALLA LEGALITA' E AL RISPETTO DELLE LEGGI .



Comitato Cittadino Isola Pulita

NORME DI DEONTOLOGIA PROFESSIONALE ORDINE DEGLI ARCHITETTI
DELIBERA 20 DICEMBRE 2006
Premessa
Il paesaggio, il territorio e l’architettura sono espressione culturale essenziale dell'identità storica in ogni Paese.
L'architettura si fonda su un insieme di valori etici ed estetici che ne formano la qualità e contribuisce, in larga misura, a determinare le condizioni di vita dell'uomo e non può essere ridotta a un mero fatto commerciale regolato solo da criteri quantitativi. L’opera di architettura, ed in genere le trasformazioni fisiche del territori, tendono a sopravvivere al loro ideatore, al loro costruttore, al loro proprietario e ai loro originari utenti. Per questi motivi sono di interesse generale e costituiscono un patrimonio della Comunità.
La tutela di questo interesse è uno degli scopi primari dell'opera progettuale e costituisce fondamento etico della professione.
La società ha dunque interesse a garantire un contesto nel quale l'Architettura possa essere espressa al meglio, favorendo la formazione della coscienza civile dei suoi valori e la partecipazione dei cittadini alle decisioni concernenti i loro interessi; gli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori iscritti alle diverse sezioni dell’albo hanno il dovere, nel rispetto dell'interesse presente e futuro della società, di attenersi al fondamento etico proprio della loro disciplina.
Gli “atti progettuali” rispondono all'esigenza dei singoli cittadini e delle comunità di definire e migliorare il loro ambiente individuale, familiare e collettivo, di tutelare e valorizzare il patrimonio di risorse naturali, culturali ed economiche del territorio, adottando, nella realizzazione della singola opera e di ogni trasformazione fisica del territorio, le soluzioni tecniche e formali più adeguate ad assicurarne il massimo di qualità e durata, e il benessere fisico ed emozionale dei suoi utenti Le norme di etica professionale che seguono sono l'emanazione di questo assunto fondamentale che appartiene alla formazione intellettuale di ogni professionista iscritto all’albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, d’ora in avanti chiamato per brevità “iscritto”. Esse completano, nell'ambito delle leggi vigenti, le Norme per l'esercizio e l'ordinamento della Professione.
http://www.architettipalermo.it/deontologia.php?parent=Deontologia%20e%20norme%20di%20categoria

http://isolapulita.splinder.com

Nessun commento: